versione italianaenglish version

Simulazione e Controllo HIL
Simulazione e controllo HIL (Hardware in the Loop) diventano sempre più importante nello sviluppo e nel collaudo di complessi sistemi embedded real-time. Questa metodologia assume maggior rilevanza poiché consente di sommare la complessità del sistema sotto controllo alla piattaforma di test dello stesso. Allo stesso tempo la piattaforma risultante puo’ essere inclusa nei piani di verifica e sviluppo per tutti i componenti correlati al sistema stesso, includendo lo studio delle differenti prestazioni in funzione di specifiche condizioni operative.

Nel processo di verifica e collaudo di sistemi embedded real-time, elementi come la sicurezza del sistema, la disponibilità completa dello stesso o analisi dei costi coinvolti possono portare alla conclusione che non risulta possibile effettuare tutto il piano di test sul sistema vero e proprio nella sua configurazione completa. E’ a questo punto che un sistema HIL mostra tutte le proprie potenzialità, consnetendo la simulazione di tutte quelle parti non presenti per le ragioni sopra discusse. In questo modo risulta possibile sviluppare e verificare il sistema in un ambito virtuale prima di procedere ad una analisi complessiva finale. Tale possibilità rappresenta un elemento chiave nella possibilità di sviluppare sistemi complessi senza dover sviluppare completamente tutte le componenti necessarie e garantendo che tale processo venga svolto in tempi rapidi e a costi contenuti.

Un sistema di tipo HIL può essere rappresentato come composto principalmente da tre sottosistemi: un processore real-time, le interfacce di I/O e una interfaccia operatore.

Il processore real-time costituisce il cuore vero e proprio di un sistema HIL. Esso fornisce l’ambito in cui eseguire i controlli in tempi reali siano essi dedicati a comunicazioni fra sottosistemi, data logging, generazione di stimoli e esecuzione di un modello dinamico che rappresenti il sistema principale.

Le interfacce di I/O sono costituite da un insieme di segnali analogici, digitali o di comunicazione con bus specializzati che consentono l’interazione con l’unità sotto test. Esse consentono quindi l’interazione fra l’unità sotto test e l’ambiente virtuale simulato dal modello.

L’interfaccia operatore comunica con il processore real time per passargli i necessari comandi relativi ai test da svolgere e riceve da questo i dati per la visualizzazione dello stato del sistema. Inoltre questa componente consente la personalizzazione del sistema mediante l’utilizzo di tools di configurazione, di test automatico, di analisi e di reportistica.

SIDeA ha sviluppato differenti sistemi dedicati allo sviluppo ed al collaudo di componenti di elettrodomestici, durante le fasi di sviluppo degli stessi, o di banchi relativi ad applicazioni in ambito avionico.