versione italianaenglish version

SCADA
Il termine SCADA (acronimo di Supervisory Control And Data Acquisition) si riferisce generalmente a quella variegata classe di sistemi di controllo sistemi di controllo in ambito industriale finalizzati alla visualizzazione dei parametri di monitoraggio e al controllo infrastrutturale o di processi industriali a livello di impianto. Del resto il significato dell’acronimo rimanda a tre elementi (acquisizione dati, supervisione e controllo), ma caratterizza un insieme ampio di sistemi di controllo molto differenti tra loro, per geografia, centralizzazione, grado di interazione uomo-macchina, tempi di reazione e così via.





I sistemi SCADA si possono esemplificare tra i seguenti:
  • Processi industriali che operino in modo continuo, batch, ripetitivo o con passi discreti e che siano dedicati ad attività di produzione, costruzione, generazione di potenza, trasformazione;
  • Infrastrutture industriali, siano esse private o pubbliche, dedicate ad attività quali il trattamento e la distribuzione delle acque primarie o di recupero, condotti per gas e oli combustibili, linee di trasmissione e trasformazione di potenza elettrica, parchi solari o eolici, grandi infrastrutture di comunicazione.
  • Strutture quali edifici, aeroporti, stazioni dove risulti necessario controllare gli accessi, monitorare il consumo energetico e gestire gli impianti di climatizzazione.
Come già detto, un sistema SCADA si riferisce sia ad architetture centralizzate, sia a quelle distribuite su larga scala, che includano siti multipli e grandi distanze. In questo caso, i sistemi SCADA possono andare da impianti di medie dimensioni a situazioni che coinvolgono intere regioni o nazioni.

Un sistema SCADA è costituito essenzialmente da una interfaccia uomo-macchina, da un sistema di supervisione che acquisisce i dati, da una unità RTU che converte i segnali del sensore in segnali digitali ed infine, per la parte preponderante delle azioni di controllo, da controllori di tipo PLC oppure basati su moderne strutture con CPU embedded e FPGA. Le funzioni svolte dai sistemi di server centrali si restringono tipicamente al monitoraggio ed alla supervisione dell’intero processo, mediante pagine grafiche costruite in modo da riflettere la struttura dell’impianto.

A livello dei controllori vengono svolte le funzioni di acquisizione dati, includendo in queste le letture automatiche della strumentazione e l’aggiornamento dello stato delle apparecchiature.

I dati raccolti sono inviati al sistema SCADA centrale su base schedulata o su variazione. Questi dati vengono storicizzati su database per consentire una loro analisi tramite grafici di andamento nel tempo o altri tools di verifica analitica o di gestione allarmi.

I sistemi di tipo SCADA consentono l’aggregazione dei dati raccolti mediante sistemi distribuiti di database, e i dati raccolti provenienti da singole componenti dell’impianto vengono a costituire elementi di base denominati “data points”.